fbpx

Il caso dell’investimento in cannabis medica rivisitato

La cannabis ha visto una crescita fenomenale negli ultimi anni, ma il 2020 è stato finora l’anno più importante per l’industria. E ha impostato diversi importanti segnali di vento per i titoli di cannabis, il che li rende posizionati in modo unico per apprezzarsi nei mesi a venire.

Prima di addentrarci nei dettagli, è importante capire la dimensione e la scala del sistema cannabis esistente. In base alle stime di New Frontier Data, la spesa globale per la cannabis si aggira attualmente intorno ai 408 miliardi di dollari a livello globale. Questo attraverso 276 milioni di utenti. Non molti lo sanno, ma l’Asia è il più grande mercato mondiale della cannabis, seguita dal Nord America e dall’Europa.

In relazione alla cannabis medica, in particolare, questo è un mercato che dovrebbe crescere ad un tasso di crescita annuale composto o CAGR del 15,3% tra il 2021 e il 2026.[1] Il motivo? Perché oggi la cannabis ha trovato applicazioni nel trattamento di una serie di sintomi e malattie tra cui il dolore cronico, la depressione, l’artrite, il diabete, il glaucoma, l’emicrania e persino l’epilessia.[2] Grazie a questi benefici terapeutici, la cannabis è stata approvata per uso medico in una serie di paesi, tra cui Argentina, Brasile, Germania, Italia, Messico, Spagna e Regno Unito..[3] In totale, ci sono ora più di 70 paesi nel mondo che hanno una qualche forma di programma di cannabis medica legalizzata.[4]

Alcuni di questi mercati sono più nascenti di altri, naturalmente, e alcuni sono più restrittivi di altri; ma questo non ha rallentato il ritmo e la proliferazione della riforma della cannabis. Con l’apertura di altri mercati nei prossimi anni, l’economia della cannabis medica è destinata a sperimentare un’enorme crescita, poiché le opportunità abbondano.

 

Cosa ci aspetta?

Il complesso globale della cannabis medica è attualmente sostenuto dell’accettazione globale, dalla legislazione favorevole e dal riconoscimento medico. Crediamo che questi venti di coda spingeranno collettivamente l’industria in avanti nel 2021 e oltre. Esaminiamo ciascuno di essi a turno.

 

Accettazione globale

Nel 2020, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha raccomandato all’ONU di riclassificare la cannabis dalla sua collocazione tra le “droghe più pericolose del mondo” (quelle che, si ritiene, non hanno valore terapeutico) ad una classificazione in cui la cannabis avrebbe un valore dimostrabile.[5]

Nel dicembre 2020, l’ONU ha intrapreso questa votazione e ha deciso di rimuovere la cannabis dalla Tabella IV della Convenzione unica del 1961.[6] Questo è un voto trasformativo e rappresenta forse il più significativo cambiamento politico nella classificazione globale della cannabis in quasi 60 anni.

 

Legislazione favorevole

Le elezioni americane del 2020 segnano un ulteriore passo nella storia della cannabis medica.

Il presidente Joe Biden è il primo presidente ad entrare in carica che si è impegnato per una riforma federale della cannabis. Ad oggi, la cannabis rimane illegale a livello federale, il che ha creato una dinamica irregolare per cui i singoli stati hanno legalizzato la cannabis in modo indipendente, alcuni solo per uso medico, altri sia per uso medico che ricreativo. Oggi, la cannabis medica in particolare è legalizzata in 35 dei 50 stati.[7] Il supporto di Biden per una riforma più diffusa potrebbe vedere fino a 10 ulteriori stati legalizzare la cannabis entro il 2022, coprendo quasi 80 milioni di americani secondo New Frontier Data.[8]

Questo probabilmente includerà non solo la decriminalizzazione della cannabis, ma anche l’eliminazione delle principali barriere che l’industria ha dovuto affrontare, tra cui l’eccessiva tassazione, la difficoltà di accesso al capitale bancario e istituzionale, e le restrizioni governative sulla ricerca delle applicazioni terapeutiche dei cannabinoidi.

New Frontier Data stima che le vendite di cannabis legale potrebbero raddoppiare entro il 2025 solo negli Stati Uniti, da circa 20 miliardi di dollari di oggi a poco più di 40 miliardi di dollari.[9]

 

Riconoscimento medico

I casi di uso medico della cannabis sono vasti e sono usati per trattare una miriade di condizioni, dall’ansia e l’insonnia all’artrite e l’epilessia.[10]

La FDA ha già approvato una medicina derivata dalla cannabis, Epidiolex (cannabidiolo) della GW Pharmaceuticals, così come tre medicine sintetiche derivate dalla cannabis: Marinol (dronabinol) della AbbVie, Syndros (dronabinol) della Benuvia Therapeutics, e Cesamet (nabilone) della Bausch Health. Altre medicine derivate dai cannabinoidi otterranno probabilmente il sigillo di approvazione da parte della FDA (e dell’EMA) nei prossimi mesi e anni, man mano che nuove indicazioni potranno essere affrontate. Siamo agli inizi di quello che si stima diventerà un mercato globale della cannabis medica del valore di 148 miliardi di dollari entro il 2026.[11]

Macro catalizzatori nel 2021

Dal nostro punto di vista, la cannabis si trova nelle prime fasi di un mercato toro pluriennale, guidato dall’efficacia, che farà salire le aziende in tutto lo spettro della cannabis. La percezione collettiva si sta già spostando dalla cannabis come vizio discrezionale a una pianta con proprietà curative e applicazioni industriali.

La recente acquisizione di GW Pharmaceuticals (GW) da parte di Jazz Pharmaceuticals è un caso esemplare.[12] Il farmaco a base di CBD derivato dalle piante di GW Pharmaceuticals, Epidiolex, ha avuto un enorme successo dalla sua approvazione da parte della FDA nel giugno 2018. La distribuzione di Epidiolex negli Stati Uniti e in Europa ha spinto le entrate dell’azienda a livelli significativi.[13] Epidiolex ha anche contribuito a spingere il confine della nostra comprensione nelle neuroscienze. Oltre all’oncologia, le neuroscienze sono una delle principali aree di interesse per Jazz Pharmaceuticals, il che spiega la loro decisione di acquisire GW (che include la pipeline di GW). Diverse compagnie stanno ora seguendo le orme di GW, cercando di trovare nuove indicazioni che i cannabinoidi hanno il potenziale per affrontare.

Vediamo il complesso della cannabis sconvolgere categorie come la biotecnologia/farmaceutica (attraverso la medicina derivata dai cannabinoidi), il benessere (attraverso l’applicazione del CBD e dei suoi derivati) e l’industria (attraverso l’uso della canapa e dei prodotti derivati dalla canapa, date le loro proprietà più eco-consapevoli).

L’elezione del presidente Biden segna un punto di flessione per l’industria. È possibile che stiamo assistendo ad un’unica asimmetria rischio-ricompensa in queste fasi iniziali di scoperta del prezzo.  Detto questo, con il tempo, come in ogni industria, vedremo sicuramente una fase di giudizio che separerà i buoni amministratori di capitale da quelli che non lo sono. Crediamo che i mercati saranno alla fine degli animali efficienti che assisteranno in questa feroce rivalutazione delle aziende e daranno una forma di “punizione” alle aziende che non rispetteranno le aspettative.

 

ETF correlato:

FLWR: Rize Medical Cannabis and Life Sciences UCITS ETF

 

Referenze:

[1] Imarc Group, “Medical Cannabis Market: Global Industry Trends, Share, Size, Growth, Opportunity and Forecast 2021-2026”, 2021. Available at: https://www.imarcgroup.com/medical-cannabis-market

[2] IBID

[3] IBID

[4] New Frontier Data, “Global Medical Cannabis Webinar”, January 2021. Available at: https://us02web.zoom.us/rec/share/i8DNwcLzmcqg3yPYM9jXP-fKugzirdcyRjX9zqCtkgpsMou-KA_n7JPRkHTcvyQg.SW6-5vtXkaW5oloD (Passcode: 01bfM*b6)

[5] New York Times, “U.N. Reclassifies Cannabis as a Less Dangerous Drug”, December 2020. Available at: https://www.nytimes.com/2020/12/02/world/europe/cannabis-united-nations-drug-policy.html

[6] IBID

[7] Wikipedia, “Legality of cannabis by U.S. jurisdiction”, 2021. Available at: https://en.wikipedia.org/wiki/Legality_of_cannabis_by_U.S._jurisdiction

[8] New Frontier Data, “Global Medical Cannabis Webinar”, January 2021. Available at: https://us02web.zoom.us/rec/share/i8DNwcLzmcqg3yPYM9jXP-fKugzirdcyRjX9zqCtkgpsMou-KA_n7JPRkHTcvyQg.SW6-5vtXkaW5oloD (Password: 01bfM*b6)

[9] IBID

[10] Imarc Group, “Medical Cannabis Market: Global Industry Trends, Share, Size, Growth, Opportunity and Forecast 2021-2026”, 2021. Available at: https://www.imarcgroup.com/medical-cannabis-market

[11] Report and Data, “Medical Marijuana Market to Reach USD 148.35 Billion By 2026 | Reports and Data”, March 2019. Available at: http://www.globenewswire.com/news-release/2019/05/20/1829108/0/en/Medical-Marijuana-Market-To-Reach-USD-148-35-Billion-By-2026-Reports-And-Data.html  

[12] GW Pharmaceuticals, “Press Release: Jazz Pharmaceuticals to Acquire GW Pharmaceuticals plc, Creating an Innovative, High-Growth, Global Biopharma Leader”, February 2021. Available at: https://ir.gwpharm.com/news-releases/news-release-details/jazz-pharmaceuticals-acquire-gw-pharmaceuticals-plc-creating

[13] New Cannabis Ventures, “GW Pharma Pre-Announces Q4 Revenue of $148 Million Ahead of Expectations”, January 2021. Available at: https://www.newcannabisventures.com/gw-pharma-pre-announces-q4-revenue-of-148-million-ahead-of-expectations/

  • 1
  • 2
  • 3

Select Your Country

United Kingdom
Germany
Italy
Switzerland
Austria
Denmark
Finland
Ireland
Luxembourg
Netherlands
Spain
Sweden

Select Your Investor Type

======