fbpx
      Come Acquistare

          Rapporto globale sul capitale di rischio EdTech – Anno completo 2021

          ARTICOLO IN PRIMO PIANO

          EdTech Venture Capital ha raggiunto livelli di investimento 3 volte superiori a quelli pre-pandemici nel 2021, accelerando le startup di tutto il mondo con oltre $20B di finanziamenti. Alimentato da una massiccia impennata degli investimenti negli Stati Uniti e nell’UE e dalla crescita dell’India che si carica in avanti, collettivamente la crescita globale ha coperto un crollo degli investimenti di $8B dalla Cina ed è riuscita a stabilire una crescita record per il settore.

          Dal momento che entriamo a malincuore nel terzo anno della pandemia, EdTech sta fornendo a studenti e genitori, scuole e insegnanti, professori e istituzioni, governi e datori di lavoro in tutto il mondo strumenti critici, contenuti, processi e risultati di apprendimento per mitigare la perdita di apprendimento attraverso la pandemia e accelerare l’up-skilling in una nuova economia del lavoro.

          Una volta un settore di nicchia con una visione ambiziosa per trasformare il modo in cui il mondo impara, l’investimento EdTech Venture è ora 40 volte più grande di quanto fosse poco più di un decennio fa nel 2010, quasi 5x il precedente picco di investimento nel 2015 e 3x livelli di investimento pre-pandemia nel 2019. Con l’aumento dell’innovazione in tutto il paesaggio EdTech, i mega round più importanti includono Articulate’s $1. 5B Series A, $650M Series D di Eruditus,  $440M Series H di Unacademy, $390M Series A di Fenbi, $380M Series C di Course Hero, diversi round da 300M$ nella Serie C di Better Up, nella Serie C di Age of Learning e nella Serie D di ApplyBoard, nella Serie C di GoStudent da 244M$ e nella Serie F di Masterclass da 225M$.

          Con 32 Unicorni EdTech alla fine del 2021, 61 Mega Rounds ($100M+) negli ultimi 12 mesi e ora più di 3.000 round di finanziamento sopra i $5M nella storia dell’EdTech, questa ondata cumulativa di investimenti in innovazione e tecnologia segna una pietra miliare significativa nella trasformazione digitale dell’apprendimento dalla prima infanzia fino alla scuola, al college e all’università per un nuovo approccio dell’industria per l’aggiornamento e la formazione permanente.

          Il crollo degli investimenti EdTech della Cina è stato compensato da un incredibile aumento degli investimenti negli Stati Uniti e in tutta Europa. L’India è ora il leader degli investimenti asiatici nell’istruzione, superando l’Europa nel suo complesso, ma meno diversificata.

          Il 2020 ha stabilito un nuovo record EdTech da parte della Cina, investendo oltre 10 miliardi di dollari di capitale di rischio nel settore in un solo anno, e catturando l’attenzione del mondo come EdTech cinese ha comandato miliardi di dollari più round di finanziamento. L’India ha visto la propria impennata nei finanziamenti nel 2020, tuttavia la Cina vantava una base più ampia di unicorni all’epoca e una corsa più sostenuta nei finanziamenti quando ha superato gli Stati Uniti nel 2015 e ha investito oltre 25 miliardi di dollari di VC EdTech fino all’inizio del 2021.

          La chiara posizione di leadership degli investimenti EdTech della Cina si è rapidamente disfatta fino al 2021, quando il governo cinese ha avviato una vasta gamma di politiche che hanno minato il modello fondamentale che accelerava l’EdTech nel paese. Le aziende cinesi che forniscono programmi accademici dovranno essere senza scopo di lucro, non potranno perseguire IPO, o prendere capitale straniero. Tutte le vacanze e il programma di studio delle scuole sono off-limits, il tutoraggio online e l’insegnamento del programma scolastico per i bambini sotto i sei anni è vietato e le agenzie non devono insegnare programmi stranieri o assumere stranieri al di fuori della Cina per insegnare. Alle aziende quotate in borsa è proibito emettere azioni o raccogliere denaro nei mercati dei capitali per investire in istituzioni di tutoraggio scolastico, e alle aziende straniere è proibito acquisire o detenere azioni in istituzioni di tutoraggio scolastico. Con un settore altamente concentrato sul tutoraggio K12, molti investitori EdTech cinesi si sono poi evoluti per concentrarsi sulla forza lavoro, l’assistenza sanitaria e le startup del clima.

          Il crollo degli investimenti di 8 miliardi di dollari della Cina è stato compensato principalmente da una massiccia impennata di 6 miliardi di dollari dagli Stati Uniti, in quanto una fascia altamente diversificata e generalmente più matura ha ottenuto il sostegno di investitori vecchi e nuovi per soddisfare la crisi e l’opportunità di sostenere l’istruzione e la forza lavoro in un’ampia trasformazione digitale. Il mercato EdTech VC degli Stati Uniti è stato precedentemente definito da due periodi quinquennali di crescita costante, con un picco nel 2015 con l’acquisizione di Lynda.com da parte di LinkedIn e di nuovo nel 2020, quando marchi ormai familiari come Coursera, Duolingo e Udemy sono entrati nella pandemia con un forte slancio, ognuno di questi esempi salendo a IPO fino al 2021.

          Il 2021 vedrebbe anche l’Europa EdTech sollevarsi da un periodo prolungato di crescita forte, stabile e costante, ma ancora grossolanamente inferiore agli investimenti di venture, in un contesto locale un tempo dominato da editori e istituzioni secolari. La pandemia si è rivelata un potente acceleratore per l’Europa EdTech che ha raggiunto uno slancio su larga scala e una velocità di fuga in fase iniziale. Piattaforme come GoStudent, Multiverse, Labster e Open Classrooms hanno stabilito nuovi record di investimento per la regione e un’ampia base di investitori europei.

           

          EdTech ha visto 38 Unicorni finora, con 17 che si sono uniti solo nel 2021, 5 IPO negli ultimi 12 mesi e un’acquisizione nel 2015. I restanti 32 hanno raccolto 27,4 miliardi di dollari con una valutazione collettiva di 97 miliardi di dollari.

          Il 2021 ha portato 17 nuovi Unicorni EdTech, startup che sono valutate a più di $1B USD via venture funding round. Questo è più di 3 volte il numero aggiunto in qualsiasi anno precedente e porta il totale di fine anno 2021 a 32. Il 2021 ha anche visto cinque Unicorni sfuggire al gregge, facendosi strada verso i mercati dei capitali tramite IPO, 3 Unicorni USA e 2 cinesi quotati al NYSE e NASDAQ, aggiungendo all’acquisizione di Lynda.com nel 2015 segna 6 uscite Unicorn in totale finora.

          Dobbiamo ancora vedere l’impatto dei cambiamenti normativi del 2021 sulla coorte di Unicorn cinesi, ma ci aspettiamo un certo numero di acquisizioni, IPO di Hong Kong o Shanghai o anche chiusure, poiché non c’è dubbio che le valutazioni siano materialmente compromesse.

          L’Impact Investing e un’ampia tendenza verso gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, l’ESG e gli investimenti responsabili stanno alimentando una maggiore offerta di capitale di crescita per l’EdTech, insieme ai colleghi dell’impatto nella tecnologia climatica e nella salute digitale.

          L’istruzione è ora un’area di attenzione centrale per la comunità di investimento globale, insieme a settori simili come il clima e la salute, consentendo agli investitori di partecipare alla crescita di questa coorte speciale e contribuire positivamente a un futuro più sostenibile e inclusivo.

          Gli investimenti di Impact Venture nel 2021 hanno raggiunto i 104 miliardi di dollari, EdTech assicurandosi oltre 20 miliardi di dollari, ClimateTech 37 miliardi di dollari e Digital Health 47 miliardi di dollari. Ognuno di questi settori ha raggiunto più del 40% CAGR negli investimenti di Venture Capital dal 2014, Climate che cresce al 50%.

          L’EdTech globale ha una diversificazione geografica degli investimenti molto più alta grazie a caratteristiche di regionalizzazione più forti rispetto a Climate Tech e Digital Health. I leader di categoria nell’EdTech e le nuove idee godono di forti finanziamenti, ma le scale-up non hanno lo stesso supporto di capitale nell’EdTech rispetto a Clima e Salute, nonostante i modelli molto meno intensivi di capitale in aggregato.

          Confrontato con i modelli di impatto, il finanziamento EdTech globale ha il più alto livello di diversificazione geografica. Al di fuori degli Stati Uniti, Climate Tech ha forti investimenti in Cina e in tutta Europa, ma manca lo stesso sostegno finanziario in India e nel resto del mondo.

          I Mega Rounds dominano i finanziamenti in tutti e tre i settori che vanno dal 46% di tutti i dollari di finanziamento in EdTech fino al 65% in ClimateTech.

          EdTech vanta anche la più grande quota di investimenti early to mid stage in round di venture sub $20M, quasi quanto la quota di dollari dei mega round EdTech, 2x la quota di Climate Tech e 3x Digital Health. Date le diverse dimensioni di questi gruppi industriali, questo equivale ad un livello simile di investimenti in dollari in tutti e tre, ma riflette una distorsione dei finanziamenti verso aziende più mature.

          Questo articolo è stato prodotto da HolonIQ. Rize ETF Ltd non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia di alcun tipo, espressa o implicita, circa la completezza, l’accuratezza, l’affidabilità o l’idoneità delle informazioni contenute in questo articolo.

           

          ETF Correlato

          LERNRize Education Tech and Digital Learning UCITS ETF

           

          Referenze:

          HolonIQ, “Global EdTech Venture Capital Report – Full Year 2021” January 2022. Available at: https://www.holoniq.com/notes/global-edtech-venture-capital-report-full-year-2021/

          • 1
          • 2
          • 3

          Select Your Country

          United Kingdom
          Germany
          Italy
          Switzerland
          Austria
          Denmark
          Finland
          Ireland
          Luxembourg
          Netherlands
          Norway
          Spain
          Sweden

          Select Your Investor Type

          ======