fbpx
      Come Acquistare

          La legge di Goodhart: perché gli obiettivi ambientali multipli sono una strategia vincente

          ARTICOLO IN PRIMO PIANO

          Nel 2022 il numero di eventi significativi legati al cambiamento climatico è salito alle stelle: ogni settimana che passa ci porta nuove sfide, dalla scarsità d’acqua agli incendi boschivi, fino alle ondate di caldo intenso e soffocante. Anche la copertura di questi eventi da parte dei media che si occupano di investimenti si sta intensificando, con molte testate che si esprimono su cosa fare per affrontare questi problemi. 

          Prendiamo ad esempio la serie estiva di The Economist sull’ESG. I redattori propongono di ignorare le sfide sociali e di governance per concentrarsi esclusivamente sulla “E”. Ma per “E” intendono le emissioni, non l’ambiente. Concentrarsi solo sulle emissioni, a nostro avviso, non è la ricetta giusta.

          La legge di Goodhart afferma che quando una misura diventa un target, cessa di essere una buona misura. Consideriamo lo scandalo delle emissioni di Volkswagen: quando l’Agenzia per l’Ambiente degli Stati Uniti ha fissato obiettivi rigorosi per le emissioni, Volkswagen ha intenzionalmente programmato i suoi motori diesel turbocompressi per attivare i controlli delle emissioni solo durante i test di laboratorio. In questo modo, l’emissione di gas serra dei veicoli è riuscita a soddisfare gli standard tecnici statunitensi durante i test normativi, ma ha emesso fino a 40 volte più gas serra durante la guida nel mondo reale! In altre parole, la Volkswagen ha giocato con il sistema; ha fatto del metro di misura dell’agenzia il suo obiettivo.

          Al di là di questa critica, dovrebbe essere chiaro che ridurre le preoccupazioni ambientali a una singola misura – le emissioni – non garantirà in alcun modo che le risorse della Terra siano intatte per le generazioni future. 

          Misurare – e ridurre – le emissioni di CO2 non può, da solo, risolvere le crisi idriche regionali e nazionali, rallentare la perdita di biodiversità o ripristinare la fertilità del suolo.

          Fortunatamente, la tassonomia dell’UE per le attività sostenibili riconosce questo punto e delinea sei importanti obiettivi per le attività commerciali sostenibili dal punto di vista ambientale[1]:

          1. Attenuazione del cambiamento climatico
          2. Adattamento ai cambiamenti climatici
          3. Uso sostenibile e protezione delle risorse idriche e marine.
          4. La transizione verso un’economia circolare
          5. Prevenzione e controllo dell’inquinamento
          6. La protezione e il ripristino della biodiversità e degli ecosistemi.

          La nostra classificazione tematica “Opportunità di impatto ambientale” utilizza questi sei obiettivi ambientali come base per identificare l’intera gamma di attività commerciali che hanno il potenziale per affrontare le sfide climatiche e ambientali più pressanti del mondo.

          La classificazione tematica è stata anche l’ispirazione per il nostro lavoro con Rize ETF per sviluppare il Rize Environmental Impact 100 UCITS ETF, che cerca di investire in società coinvolte nelle suddette attività commerciali sostenibili dal punto di vista ambientale.

          In altre parole, concentrandoci su tutti e sei gli obiettivi ambientali, abbiamo costruito un fondo che evita la trappola comune della “visione a tunnel del carbonio”. 

          Cambiamento climatico e molto altro

          Il fondo è un richiamo alla realtà che, per adattarsi a un clima e a un ambiente in continua evoluzione, è necessario un numero sempre maggiore di attività imprenditoriali e di investimenti in tali attività.

          Fortunatamente, negli ultimi anni, un’ondata di consapevolezza sociale ha dato vita a un’innovazione tecnologica che cerca di affrontare le sfide. Un futuro più verde domani significa investire oggi nelle aziende più promettenti che possono trasformare le loro idee sostenibili in realtà produttive.

          Nella sezione che segue, mettiamo in evidenza due di queste aziende. 

           

          Dragaggio e attracco dei Grandi Laghi

          Una delle principali preoccupazioni degli investitori oggi, al di là delle emissioni, è l’innalzamento del livello del mare e l’aumento dei danni alle nostre coste a causa di eventi meteorologici più frequenti e gravi. Infatti, il 65% delle megalopoli mondiali si trova entro 100 chilometri e 50 metri di altezza dalla costa.[2]  Con l’innalzamento del livello del mare, non è mai stato così importante proteggere e migliorare le coste.[3]

          Great Lakes Dredging and Docking (“Great Lakes“) è il principale fornitore di servizi di dragaggio negli Stati Uniti, specializzato in progetti che aiutano a migliorare e proteggere le infrastrutture e le coste. Alcuni dei suoi progetti includono la manutenzione di 130 miglia di costa atlantica del New Jersey di spiagge, dune e berme e diversi progetti sulla costa della Louisiana che proteggono e riempiono i litorali in erosione e le paludi che forniscono un habitat per le specie acquatiche e gli uccelli migratori.[4]

          Industrie idriche Kurita

          Una seconda preoccupazione ambientale per gli investitori di oggi è la scarsità d’acqua. L’acqua è una risorsa limitata con una domanda crescente. Con l’aumento della popolazione mondiale e il continuo sviluppo economico ad alta intensità di risorse, le risorse e le infrastrutture idriche di molti Paesi non riescono a soddisfare la crescente domanda di acqua pulita. Attualmente, 2,3 miliardi di persone vivono in Paesi a rischio idrico e, mentre i Paesi in via di sviluppo hanno storicamente sofferto di carenze idriche più acute, la gestione dell’acqua è sempre più una sfida anche nei Paesi sviluppati.[5]

          In effetti, alla luce delle recenti siccità, questo tema è sempre più all’attenzione di investitori, politici e autorità di regolamentazione.

          Kurita Water Industries (“Kurita“) fornisce sistemi per riciclare l’acqua, ridurre gli sprechi, convertire i rifiuti in combustibile e fornire attrezzature per migliorare l’efficienza di caldaie e impianti di raffreddamento.

          Kurita è uno dei maggiori fornitori al mondo di apparecchiature, prodotti chimici e servizi per il trattamento delle acque.

          Grazie ai suoi prodotti e servizi, i clienti di Kurita possono ridurre il volume dell’acqua di alimentazione delle loro attività ottimizzando e gestendo la qualità dell’acqua (principalmente nei sistemi di caldaie) e il ricircolo dell’acqua nei sistemi di raffreddamento, nonché il recupero e il riutilizzo delle acque reflue. Con l’aumento del fatturato di Kurita, si risparmia sempre più acqua.

          Conclusione

          Non c’è dubbio che affrontare le molteplici sfide ambientali del mondo sarà un compito complesso e sfaccettato. Per garantire che possiamo soddisfare i nostri bisogni senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i loro, è urgente affrontare il cambiamento climatico e le sfide ambientali più critiche. Ciò significa ridurre la nostra dipendenza dai combustibili fossili, ma anche affrontare altre sfide urgenti legate alle risorse naturali.

          L’ETF Rize Environmental Impact 100 UCITS è stato progettato specificamente con questi duplici obiettivi. Il fondo offre agli investitori un’esposizione alle 100 società più innovative e d’impatto (come Great Lakes e Kurita) che stanno affrontando le sfide climatiche e ambientali più urgenti. Il fondo offre inoltre una diversificazione tra diversi sottotemi ambientali, che rappresenta un investimento intelligente e ottimale per ottenere i risultati desiderati nel mondo reale.

           

          Questo articolo è stato prodotto da Sustainable Market Strategies. Rize ETF Ltd non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia di alcun tipo, espressa o implicita, circa la completezza, l’accuratezza, l’affidabilità o l’idoneità delle informazioni contenute in questo articolo.

           

          ETF correlato

          VITARize Environmental Impact 100 UCITS ETF

           

          Referenze:

          [1] Morningstar, “Tassonomia UE delle attività sostenibili”, 2022. Disponibile all’indirizzo: https://www.morningstar.com/en-uk/lp/taxonomy-of-sustainable-activities

          [2] Glasow, R. & Jickells, T. & Baklanov, Alexander & Carmichael, Gregory & Church, T. & Gallardo, Laura & Hughes, Claire & Kanakidou, M. & Liss, P. & Mee, Laurence & Raine, Robin & Ramachandran, Purvaja & Ramachandran, Ramesh & Sundseth, K. & Tsunogai, Urumu & Uematsu, Mitsuo & Zhu, Tianjie. Megacittà nella zona costiera.  Accademia reale svedese delle scienze (2012).

          [3] Kulp, S. A. & Strauss, B. H. Nuovi dati altimetrici triplicano le stime della vulnerabilità globale all’innalzamento del livello del mare e alle inondazioni costiere. Nat. Commun. 10, 4844 (2019).

          [4] Dragaggio e scarico del Grande Lago. Protezione e ripristino delle coste http://gldd-projects

          [5] Nazioni Unite. Sintesi dei progressi delle Nazioni Unite sull’acqua 2021 Water Scarcity | UN-Water (unwater.org)

          • 1
          • 2
          • 3

          Select Your Country

          United Kingdom
          Germany
          Italy
          Switzerland
          Austria
          Denmark
          Finland
          Ireland
          Luxembourg
          Netherlands
          Norway
          Spain
          Sweden

          Select Your Investor Type

          ======