fbpx
      Come Acquistare

          3 aziende di cura degli animali domestici

          Il numero di persone con animali domestici è aumentato durante la pandemia e questo slancio non mostra segni di rallentamento. Diversi fattori chiave definiscono il concetto di pet care, dall’invecchiamento della popolazione alla salute umana, dai millennial e allo stile di vita “work-from-home”. Con l’espansione delle popolazioni di animali domestici, abbiamo assistito all’aumento dell’umanizzazione degli animali domestici, all’aumento dei prodotti per animali domestici e all’ascesa di una generazione di giovani che hanno molte più probabilità di possedere un animale domestico rispetto alle generazioni precedenti.

          Questo spiega perché si prevede che il mercato della cura degli animali domestici cresca a un tasso di crescita dell’8% da oggi al 2030 e che la spesa media delle famiglie per ogni animale domestico salga a 1.320 dollari entro il 2025 e a 1.897 dollari entro il 2030[1].  In particolare, queste previsioni di Morgan Stanley sono superiori alle precedenti stime, rispettivamente di 1.292 e 1.909 dollari. Simeon Gutman, analista azionario della banca, ha recentemente dichiarato: “Un risultato in linea con queste aspettative farebbe aumentare la spesa totale del settore del 134% nel prossimo decennio, passando da 118 miliardi di dollari nel 2019 a 277 miliardi di dollari entro il 2030”.

          Sebbene le prospettive di crescita per la cura degli animali domestici siano positive, è stato un anno difficile per i titoli azionari. Molte aziende del settore hanno dovuto affrontare un certo grado di compressione dei margini. I problemi della catena di approvvigionamento globale e l’inflazione hanno aumentato i costi per i nomi del settore e per l’economia in generale. Questo, a sua volta, si è tradotto in un aumento dei prezzi per i consumatori. Ma che impatto ha avuto tutto ciò sui profitti di queste aziende? Qui di seguito analizziamo tre aziende e valutiamo come si sono comportate di fronte alla crisi del costo della vita e all’aumento dell’inflazione.

          Numero 1: Zoetis (Salute degli animali domestici)

          Zoetis è una delle aziende leader a livello mondiale nel settore della salute degli animali. Recentemente ha pubblicato i risultati del terzo trimestre del 2022 e l’amministratore delegato Kristin Pec ha dichiarato che l’azienda ha abbassato le previsioni per l’intero anno “per riflettere vendite inferiori al previsto nella seconda metà dell’anno, legate alle continue limitazioni delle forniture, alle sfide della forza lavoro veterinaria e alle recenti variazioni dei tassi di cambio”.[2]

          Nonostante ciò, Zoetis ha registrato un fatturato di 2 miliardi di dollari nel terzo trimestre del 2022, con un aumento dell’1% rispetto all’anno precedente. Inoltre, nel terzo trimestre ha registrato una crescita dei ricavi operativi del 5% rispetto all’anno precedente. L’utile del trimestre è stato di 529 milioni di dollari, il 4% in meno rispetto all’anno precedente, ma la società ha dichiarato che “ciò è dovuto principalmente a un’aliquota fiscale più favorevole nel trimestre precedente”. L’azienda ha alzato la propria guidance di fatturato a 7,7-7,75 miliardi di dollari per l’anno in corso.

          Quest’anno Zoetis ha dovuto affrontare le sfide della catena di approvvigionamento, che si sono intensificate nel terzo trimestre. Ad esempio, il suo portafoglio di parassiticidi ha risentito dell’arrivo di forniture incrementali in ritardo rispetto alle previsioni. Questi prodotti includono compresse masticabili che agiscono come farmaci antiparassitari per cani con infestazioni parassitarie esterne e interne o a rischio.

          Tuttavia, a nostro avviso, l’azienda ha dimostrato la capacità di mitigare l’impatto di questi vincoli con la riduzione degli utili dovuta in gran parte ai cambiamenti del contesto fiscale. Inoltre, molti dei vincoli di fornitura incontrati dall’azienda potrebbero essere considerati un problema del 2022. Con i segnali di riapertura dell’economia cinese, l’allentamento delle filiere e dei vincoli di produzione potrebbe contribuire all’espansione dei margini nel 2023. Ciò sarebbe positivo per gli utili futuri, soprattutto perché molte aziende hanno già intrapreso un percorso di riduzione dei costi e cercato di apportare miglioramenti operativi per sostenere i margini nell’attuale contesto.

          Numero 2: Freshpet (alimenti per animali e prodotti di consumo)

          Un’altra azienda che ci rende ottimisti per la crescita nel settore della cura degli animali domestici è Freshpet, che vende cibo refrigerato per cani e gatti. L’azienda ha registrato nel terzo trimestre del 2022 un fatturato di 151,3 milioni di dollari, con un aumento del 40,7% rispetto all’anno precedente. Si tratta di una crescita impressionante dei ricavi, ma l’amministratore delegato Billy Cyr ha dichiarato che l’azienda sta anche attuando un piano di miglioramento operativo “per affrontare le sfide dei costi e migliorare i margini”, “adottando le azioni correttive necessarie e mettendo in atto i sistemi necessari per migliorare ulteriormente le prestazioni”.[3]

          Il piano di miglioramento operativo è stato lanciato nell’agosto 2022 per contribuire ad affrontare la riduzione dei margini dovuta all’aumento dei costi dei fattori produttivi. L’iniziativa si concentra sul miglioramento della logistica, delle materie prime e della qualità, sfruttando l’efficienza e riducendo i livelli di smaltimento. A novembre è stato nominato un nuovo direttore finanziario, Todd Cunfer, che in precedenza aveva ricoperto il ruolo di direttore finanziario di Simply Good Foods Company, una società di investimento specializzata in snack e prodotti alimentari. [4]

          Riteniamo che l’azienda abbia tutte le carte in regola per superare la sua previsione di crescita del fatturato del 35% e che l’aumento dei prezzi previsto per febbraio 2023 sarà un banco di prova per testare il potere di determinazione dei prezzi dei suoi esclusivi prodotti refrigerati.

          Numero 3: Chewy (vendita al dettaglio di animali domestici)

          La nostra ultima società è Chewy, un rivenditore online che offre prodotti, forniture e prescrizioni per animali domestici. Al momento in cui scriviamo, la società non ha ancora pubblicato i risultati del terzo trimestre del 2023, previsti per l’8 dicembre 2022. Tuttavia, il fatturato del secondo trimestre 2022 è stato di 2,43 miliardi di dollari, con un aumento del 12,8% rispetto all’anno precedente.[5]

          Inoltre, il numero di consumatori attivi che utilizzano la piattaforma è aumentato del 2,1% nel secondo trimestre, ma soprattutto il fatturato per cliente attivo è salito del 14,4% a 462 dollari nel trimestre.

          In altre parole, l’azienda sta estraendo più valore per cliente. Sebbene i risultati complessivi siano stati inferiori alle previsioni degli analisti, sottolineiamo che l’azienda ha comunque registrato una crescita del fatturato a due cifre e un’espansione dei margini in un contesto difficile. Riteniamo che la fedeltà al marchio dei clienti e la capacità dell’azienda di trasferire i costi mettano l’azienda in buone condizioni per i prossimi anni ed è probabile che la recente debolezza dei dati principali sia transitoria, soprattutto in considerazione della probabile attenuazione dei problemi della catena di approvvigionamento nei prossimi mesi.

           

          ETF correlato

          PETZRize Pet Care UCITS ETF

           

          Referenze

          [1] Morgan Stanley, “Pet Care Industry Outlook 2030”, novembre 2022. Disponibile all’indirizzo: https://www.morganstanley.com/ideas/pet-care-industry-outlook-2030

          [2] Zoetis, “Zoetis Quarterly Corporate Performance – Third Quarter 2022”, novembre 2022. Disponibile all’indirizzo: https://investor.zoetis.com/events-and-presentations/event-details/2022/Zoetis-Quarterly-Corporate-Performance—Third-Quarter-2022/default.aspx

          [3] Freshpet, “Freshpet, Inc. riporta i risultati finanziari del terzo trimestre 2022”, novembre 2022. Disponibile all’indirizzo: https://investors.freshpet.com/investors/investor-news/press-release-details/2022/Freshpet-Inc.-Reports-Third-Quarter-2022-Financial-Results/

          [4] Seeking Alpha, “Freshpet avanza il piano di miglioramento operativo per guidare l’espansione dei margini; nomina Todd Cunfer come direttore finanziario e Dirk Martin come vicepresidente del servizio clienti e della logistica”, novembre 2022. Disponibile all’indirizzo: https://seekingalpha.com/pr/19000757-freshpet-advances-operational-improvement-plan-to-drive-margin-expansion-appoints-todd-cunfer

          [5] Chewy, “Chewy annuncia i risultati finanziari del secondo trimestre 2022”, agosto 2022. Disponibile all’indirizzo: https://investor.chewy.com/news-and-events/news/news-details/2022/Chewy-Announces-Second-Quarter-2022-Financial-Results/default.aspx

          • 1
          • 2
          • 3

          Select Your Country

          United Kingdom
          Germany
          Italy
          Switzerland
          Austria
          Denmark
          Finland
          Ireland
          Luxembourg
          Netherlands
          Norway
          Spain
          Sweden

          Select Your Investor Type

          ======